phone089 / 271 12 73  menu
close

Appuntamenti

Notice: We assure that your personal data will only be used for contacting you and will be not forwarded to any third party. 

Malattie dell''articolazione temporo-mandibolare

Servizi > Apparecchi bite > Malattie dell''articolazione temporo-mandibolare

Malattie dell'articolazione temporo-mandibolare

Il nome di tutte le disregolazioni strutturali e funzionali dell'articolazione temporo-mandibolare e del sistema masticatorio è "disfunzione cranio-mandibolare". Possono verificarsi scricchioli, abrasione, blocchi e dolori ai muscoli del sistema masticatorio e articolazioni temporo-mandibolari.

Disregolazione dell'articolazione temporo-mandibolare e del sistema masticatorio viene chiamata "disfunzione cranio-mandibolare". 
Possono verificarsi scricchioli, blocchi e dolori ai muscoli della regione cranio-mandibolare e delle articolazioni della mandibola. (dolore miofasciale).
Pertanto, le forme si distinguono per:
Occlusopatia, che inizia con le malocclusioni dentali
Miopatia, che inizia dai muscoli masseteri
Artropatia, che inizia dall'osso mascellare e le sue strutture, ad esempio nel caso di reuma, artrite, dopo un incidente.
Circa il 10% della popolazione soffre di malattie del sistema masticatorio. Il trattamento si comincia quando se si verificano dolori e disturbi funzionali.
Le donne vengono colpite più spesso degli uomini, i pazienti più giovani più spesso che quelli più anziani.
I sintomi di un disturbo dell'articolazione temporo-mandibolare potrebbero essere:
- L'apertura della bocca limitata
- Slogarsi dell'articolazione temporo-mandibolare
- scricchioli, strofinare e scricchiolare al aprire e chiudere la bocca
- dolori radianti alle orecchie, al collo, dolore al collo nella tratto cervicale,
- I denti non chiudono bene
- acufene
- vertigini
Cause: Le cause sono spesso poco chiare e diverse. Può trattarsi dello stress, trattamenti ortodontici eseguiti con forza, incidenti, disturbi dello sviluppo, restauri difettosi, scricchiolare, disturbi ormonali, stress psicologico.
Diagnosi: attraverso una dettagliata intervista, l'analisi strumentale e clinica funzionale del paziente e sui modelli, l'analisi dell'articolazione temporo-mandibolare, l'esame delle superfici occlusive dei denti permettono di individuare i disturbi del sistema masticatorio. Le radiografie, eventualmente anche con la tecnica tridimensionale, possono rivelare delle cause strutturali.
Trattamento della disfunzione cranio-mandibolare: è importante il trattamento delicato e reversibile, come apparecchi, farmaci calmanti, TENS (stimolazione elettrica transcutanea dei nervi), l'agopuntura, training autogeno, fisioterapia e osteopatia.
Nei casi di dolore acuto hanno dato buoni risultati i cuscinetti riempiti d'acqua per mordere, i cosiddetti "Aqualizer" e, se necessario, analgesico aggiuntivo.
Aqualizer non devono essere portati per più di 2-3 settimane. Quando i sintomi acuti si sono calmati, si può cominciare con i trattamenti più dettagliati, come l'analisi funzionale, stampi e apparecchi.